Recensione: Pianoteq 4, Il futuro di pianoforti virtuali è arrivato

What makes a piano software instrument stand out from the crowd? Pro user endorsees like Guy Sigsworth? An authentic sound? A realistic and natural response? Toby Pitman discovers all three apply.  

Modartt descrivere Pianoteq 4 come il futuro di pianoforti virtuali. Ora che è una dichiarazione piuttosto audace ... finché non si sente in azione. Vedete Pianoteq 4 è un po 'diverso per la libreria media del campione di pianoforte - soprattutto perché la sua non è una libreria di campioni, è un modello fisico. Esso descrive sostanzialmente in senso matematico come un pianoforte si comporta. Questo significa che ha diversi vantaggi rispetto a una libreria basata su campioni che ben arrivare a un po '.

Pianoteq 4 può funzionare stand-alone o come plug-in ed è disponibile in tre gusti: Pro ($ 519), standard ($ 319) e stage (129 dollari). Ha due modelli, il primo è l'ammiraglia D4 modellato su uno Steinway D. Il secondo è il K1, un grande leggermente più piccolo. L'intero prodotto pesa solo 20 MB (sì, thats megabyte!).


Lineamenti

I modelli (sviluppato da Philippe Guillaume e Julien Pommier a Tolosa Istituto di Matematica) hanno un sacco di funzioni interessanti che permettono Pianoteq 4 a comportarsi proprio come un vero pianoforte. La prima è la velocità. Mentre una libreria di campioni può avere solo 16 livelli di velocità di campioni, Pianoteq 4 risponde e cambia il timbro su tutte le 127 velocità.

L'altro grande vantaggio rispetto campioni è che ricrea come il pianoforte interagisce con se stessa in termini di risonanza simpatetica delle corde. C'è un sacco di spazio per mettere a punto il piano funziona, dalla posizione dei martelli, a quanto smorzamento viene applicato dal pedale sustain.

Pic 1


Ci sono così tante caratteristiche in fatto che la sua impossibilità di discutere tutti qui. Inutile dire che la quantità di varietà si può uscire su un solo pianoforte è abbastanza sbalorditivo.

I vari modelli possono essere ulteriormente migliorato con gli effetti incorporati e riverbero a convoluzione.


Presets e componenti aggiuntivi

Pianoteq 4 è anche altamente espandibile con entrambi i modelli gratuiti ea pagamento. C'è una grande varietà di strumenti a disposizione da alcuni pianoforti elettrici fantastici (Rodi, Wurly e Clav), nonché un assortimento di percussioni sintonizzati e fusti di acciaio.

Pic 2 - Presets


C'è anche un numero abbondante di add-on gratuiti disponibili, che offrono una interessante collezione di strumenti storici.


Microfoni

Un'altra caratteristica molto interessante è la possibilità di posizionare i microfoni (si possono avere fino a cinque, ideale per il surround) dove si vuole. Questo aggiunge un ulteriore livello di carattere e di controllo sui suoni di pianoforte.

Pic 5 - Mics


Conclusione

Ive ha ottenuto di dire che ero dannatamente impressionato Pianoteq 4. Il realismo e la sensazione è di una spanna sopra i suoi cugini a campione. Se sei alla ricerca di un grande pianoforte virtuale, non cercate oltre.

Per ulteriori informazioni e demo controllare http://www.pianoteq.com.

For the past 20 years Toby has worked as a professional guitarist, programmer and producer. Clients include Sir Paul McCartney, George Michael, Shirley Bassey, Yusuf Islam, Giles Martin as well as the London 2012 Olympic Ceremonies. He has also worked extensively in TV, Advertising and Film. As well as composing himself he has also ... Read More

Discussion

Sharon Kathleen Johnson
I miss the dampened bell-like tone of a Fender Rhodes.

Want to join the discussion?

Create an account or login to get started!