Mixing Tips Orchestra: Pre o Post Fader Invia Reverb?

When mixing your next project (especially orchestral) spare a thought for your audience. Using pre-fader sends, Peter Schwartz shows how to simulate how sounds will be perceived.  

Sono stato ispirato a scrivere questo articolo dopo aver discusso una situazione con diversi compositori che hanno cercato il mio consiglio su come mettere più distanza tra l'ascoltatore e il suono diretto dei campioni. In altre parole, il loro obiettivo finale era quello di simulare un'orchestra suona come dal punto di vista di un membro del pubblico seduto nella fila centrale di una sala da concerto, al contrario di prima fila o ancora più vicino al conduttore sourcethe o le posizioni dei giocatori. La loro soluzione proposta: impostato il loro riverbero manda di essere pre-fader invece di post-fader.

Ora, se non sei familiarità con questi termini, non si preoccupi. Ill spiegare il gergo, così come il principio alla base di questo approccio ingegneristico (che non funzionerà il 99% del tempo, ma il Ill arrivare a questo). In primo luogo, permette di esplorare ciò che si trova naturalmente nella sala da concerto in cui l'orchestra si sente a distanza.

Nella stanza

Quando i progetti sonori dal palco in una sala da concerto, si inizia subito a reverberatereflecting sulle pareti, soffitti e pavimenti e la miscelazione con il suono diretto degli strumenti sul palco. In linea generale, il suono di riverbero è di per sé una macchia sonora, più bassa in fedeltà e meno dettagliato rispetto al suono diretto. Il più indietro si è nella stanza, il più sfocata il suono diventa come l'equilibrio tra (a secco) suono diretto e riverberato (umida) è sbilanciata verso il bagnato. L'effetto di seduta più vicino o più lontano dalla dell'orchestra non è molto diverso da in piedi con il naso solo pollici di distanza da un quadro, rispetto a ciò che youd vedere se si mette gli occhiali con lenti smerigliato.

Illustration A

Illustrazione A


Illustration B (intentionally blurry)

Illustrazione B (volutamente sfocata)

Così, quando si desidera che l'orchestra ad essere percepito come essere ascoltato più lontano dal palco, che si desidera ascoltare meno segnale diretto e più del sfocata, riverbero indistinto. Quello è il principio di base semplice. Ci sono due approcci di ingegneria mix che possiamo prendere per simulare questo: aumentare il livello delle uscite riverberi di essere più alto del solito, o abbassare il livello dei tutti i segnali a secco e lasciare il livello di riverbero dov'era. In entrambi i casi, il risultato sarà lo stesso: l'inclinazione sul bagnato equilibrio / secco verso il bagnato.

Così come sarebbe quella impostazione invia per essere pre-fader può raggiungere questo obiettivo? Heres la risposta: nella maggior parte delle situazioni, non posso. Se non altro, questo approccio getterà il saldo bagnato / asciutto non appena si sposta il fader mentre miscelazione. E per scoprire perché, lascia molto brevemente rivedere come manda lavoro.

Invia Basics

Il metodo tradizionale per l'aggiunta di riverbero a più suoni in un mix è per inviare il segnale da quei canali per un plugin di riverbero comune. Ciò avviene, ovviamente, configurando una mandata di ciascun canale per segnali tubo lungo un bus comune a quella riverbero (vedere Figura 1).

Figure 1: two channels sending signal to a common reverb.

Figura 1: due canali l'invio del segnale di un riverbero comune.

Così, quanto il riverbero si aggiunge a un suono (tecnicamente, la quantità di segnale inviato al riverbero) è solo una questione di quanto si alza l'invio. Ma se tale quantità di riverbero rimane costante per tutta la durata di una parte dipende da come il punto esatto all'interno del canale che la mandata riceve il segnale dalle. Ed è qui che il tutto pre-fader / post-fader entra in gioco.

Toccando Punti

Figure 2: the Post-Fader signal tap.

Figura 2: il rubinetto del segnale Post-Fader.

La configurazione predefinita per mandate in mescolatori hardware e software è post-fader, dove una mandata rubinetti segnale da un punto dopo il fader influisce sul livello del volume generale del suono (Figura 2). Tuttavia, la sua non è raro trovare una opzione per modificare il punto di rubinetto per essere pre-fader, dove la mandata riceve il segnale da un punto prima del fader ha mai la possibilità di influenzare il livello (Figura 3).

Figure 3: the Pre-Fader signal tap.

Figura 3: il rubinetto segnale pre-fader.

Con un post-fader, la quantità di segnale inviato al riverbero sarà sempre in proporzione al livello del fader. Cavalcando il fader alto / basso significa che più / meno il segnale arriva al riverbero, rispettivamente. Il vantaggio di questa soluzione è la coerenza: dopo aver composto in un importo iniziale di riverbero di invio, non importa quanto si guida il livello di volume di una parte durante la miscelazione, i segnali asciutte e bagnate saranno sempre in proporzione l'uno all'altro. Questo può essere ascoltato nella seguente clip audio, dove lo stesso passaggio flauto contralto gioca twicefirst con il fader set a zero, quindi con il fader fissato a -12 dB.

Audio Esempio 1:

[Id audio = "33980"]

The Opposite of Consistenza

Ora lascia immaginare cosa accadrebbe se la regolazione del fader non ha avuto effetto sulla quantità di segnale inviato al riverbero. Ad esempio, consente di dire che ha avuto una parte che ha tenuto per troppo tempo e che si voleva a svanire fuori abbassando il fader. Se il fader non ha alcuna influenza sul livello di segnale inviato al verbo, il suono sarebbe continuo e direttamente inviare il segnale ad esso anche dopo aver completamente sbiadito il segnale dry. Risultato: youd continuano a sentire il suono spettrale del riverbero molto tempo dopo si spense il segnale dry.

Ciò potrebbe comportare un effetto fresco, ma sconfigge lo scopo originario. Così ora non lascia immaginare ma sentire questo per davvero. In questo primo esempio audio youll sentire una nota sostenuta con il post-fader riverbero (e una traccia di click) che dura misure troppo longtwo invece di uno:

[Id audio = "33978"]


Avanti, Ive ha sbiadito il flauto al termine di una misura, con il post-fader di mandata del riverbero set. Il segnale dry viene silenziato e solo l'ultimo pezzo di suono che ha colpito il riverbero suonerà nel riverbero.

[Id audio = "33979"]

Ora ascoltare il suono dissolvenza nello stesso modo, ma in cui è impostato l'invio di essere pre-fader. Il segnale dry sarà davvero svanire, ma il suono che continua dopo una misura puramente riverbero.

[Id audio = "33977"]

Quello è Pre-Fader Per Ya!

In effetti, con pre-fader, quando si regola il fader si perde il controllo del bilanciamento tra il segnale asciutto e bagnato quando si sposta il cursore.

Un problema uguale ed opposto si verifica quando si alza il fader. Qui, il segnale dry otterrà più forte e sempre più diretta, senza alcun aumento in quanto il suono riverbera nella stanza. Questo sconfigge lo scopo di allontanare l'ascoltatore dal suono di close-up. Il più forte si effettua una parte, l'effetto è lo stesso di spostare fisicamente quel giocatore o sezione più vicino all'ascoltatore! (Vedi Figura 4).

Figure 4: raising the fader with a pre-fader send has the effect of moving the player closer to you!

Figura 4: alzare il fader con un pre-fader ha l'effetto di spostare il giocatore più vicino a te!

Come raggiungere questo Middle Row Suono

La soluzione è abbastanza semplice. In primo luogo, non perdete tempo con pre-fader. Lasciandoli impostati per essere post-fader ti dà la possibilità di regolare il livello di una parte e mantenere l'equilibrio wet / dry telefonico composto in sulla manopola di invio. Per ottenere un suono complessivo più umido, come se l'ascoltatore è più lontano dal palco, aumentare il livello di uscita dei tuoi riverberi (fatto facilmente), o abbassare il livello di tutti i tuoi segnali secche (molto più difficile). Id suggeriscono il primo approccio. Abbastanza semplice!

Peter Schwartz, composer, orchestrator, arranger, pianist, synthesist, and musical director, began piano studies at age 5 and went on to earn a degree in piano performance from Manhattan School of Music. It wasn't long afterward that he began working as a product specialist for New England Digital (Synclavier) and also as a sound progr... Read More

Discussion

airforceguitar
This is exactly what I have been experimenting with! Although it is true that you can't use your volume automation to 'goose' your dynamics in post-fader sends, when I'm working exclusively with virtual instruments, I like using MIDI expression for dynamics like an actual orchestra and pushing the sections back/forward with the pre-fader send on an early reflection reverb. Then my full long reverb can be post-fader send.
BTW- LOVE all of your MPV videos!!!! 👌🏽
Peter Schwartz
Hi Greg, thanks for your comments and compliments!

The technique you mentioned is fodder for a whole series of articles. Or a book LOL! There are soooo many ways to control volume and dynamics, and depending on which one you use will determine its effect on the reverb balances and ultimately the mix. But regarding CC#11, it's not implemented i the same way in every sampled instrument. In EastWest Hollywood Strings, for example, CC#11 affects what we could call "true instrumental dynamics" because it's controlling sample crossfading. But in their EWQL Orchestra, CC#11 only controls volume -- no different from using CC#7. Many other instruments respond to CC#11 by only controlling volume, and then there are those which don't respond to CC#11 at all.

Of course, this situation makes it hard to work consistently from one instrument to another, so my approach is to ride volume exclusively with faders -- and that makes the choice of post-fader sends critical for this kind of approach. Otherwise my virtual players would be sonically flying into the audience when I goose the volume, and retreating backstage when I tuck them back in the mix. :)
airforceguitar
Your my undisputed "virtual orchestra" guru, Ski! I own all your MPV vids (except signal-flow). As I continue to tweak my templates and write more pieces, I'll consider retuning to "strictly post-fader" sends. I've been experimenting with sending from each instrument to the verb busses, vs sending only from the bus that I have set up for each instrument family (section). Any thoughts on that approach?
-Your humble "apprentice".
Peter Schwartz
Hi Greg,
Guru? Me? Oh man, I don't know what to say but thank you! (I don't take compliments well). Moving swiftly along... ;)

This is a tough question to answer, so I'm going to offer just very general guidelines...

If you tend to make significant volume rides on the Auxes (subgroups) for each instrument family, then the reverb send(s) should be on the Aux, and they should be post-fader. Here's an extreme example to illustrate the point, and there are 3 scenarios to consider, and they all involve post-fader sends...

Your trumpets and their reverb balances sound perfect. But they're too loud overall in the mix. Typical trumpet players, right? (LOL) So you bring down their subgroup -12 dB.

1• If you have *no* reverb sends on the individual trumpet instruments, but you did have sends on the subgroup (the Aux), when you lower the subgroup's fader you'll maintain the balance of reverb vs. dry signal on the trumpets overall. This is because a post-fader send ensures that the proportion of dry and wet signals is maintained when you adjust the level.

2• If you *did* have reverb sends on the individual trumpet instruments and *no* reverb send on the subgroup, turning down the subgroup's fader would result in a much wetter-sounding trumpet ensemble. The dry signal would be lower, but you won't have affected the amount of reverb being sent from the individual channels, hence the result would be lower (dry) trumpets with the same amount of reverb as before.

3• If you have sends on both the individual channels *and* the subgroup, lowering the subgroup's fader will result in a simultaneous reduction in both the level of the dry signal *and* the amount of reverb on the trumpets overall. However, the balance of dry signal to reverb you'll be left with might be quite different from what you had before. It all depends on how (or if) the reverb amount on each trumpet was different or not. Here, the subgroup's send adds reverb to your trumpets "globally" and equally for the entire ensemble.

It's a difficult call as to use #1 or #3. Number 2 is definitely not the way to go.

As I said in my previous post, this is fodder for a book or video course because of all the different permutations of signal flow possibilities and ultimately, what it actually sounds like (which might be great) even if you do things "wrong", if you know what I mean.

Hope that helps!
airforceguitar
Great point. My current template is a #2 design, so I'll go back and experiment with using the sends on the "instrument family auxes". Maybe even using a single send for overall verb, and an insert on each aux with really short verbs for 4 different "early reflection" settings for strings, woodwinds, brass & percussion front-to-back. 😉

Want to join the discussion?

Create an account or login to get started!